Monitoraggio Migrazione Primaverile

Il Progetto di Monitoraggio della Migrazione Primaverile è organizzato e coordinato dall’Oasi LIPU dal 2010. Ha come obiettivo principale il campionamento delle specie di uccelli migratori, sia a corto raggio (svernanti nell’area del Mediterraneo) sia a lungo raggio (provenienti dalle regioni di svernamento Sub-Sahariane), diretti nei siti di nidificazione d’Europa e che sfruttano la Riserva Naturale come area di sosta e alimentazione.

Vista la lunghezza del periodo da monitorare, che va da Febbraio a Giugno, è stato deciso di attuare un sistema di indagine a nostro avviso capace di soddisfare gli obiettivi del progetto e di verificarlo attraverso una sperimentazione per un periodo di campionamento di 3 anni.

Il progetto prevede una sessione di inanellamento della durata di 24 ore per ogni decade a partire dall’ultima di Febbraio alla prima di Giugno, per un totale di 11 sessioni di inanellamento. Le catture, effettuate con reti verticali a quattro sacche (mist-nets), interessano principalmente l’ordine dei passeriformi. I transetti di cattura, formati da diverse reti, sono stati installati in diverse tipologie ambientali che caratterizzano la Riserva. Così facendo è stato possibile raccogliere dati riguardanti la posizione di ogni esemplare catturato, evidenziando le preferenze ecologiche delle singole specie. In questo modo, oltre ai consueti dati biometrici, sono stati censiti anche importanti dati sull’ecologia e sulla fenologia di esse.

Nei tre anni di indagine sono stati catturati poco più di 900 esemplari appartenenti a diverse specie.

I risultati ottenuti in questi 3 anni non hanno soddisfatto a pieno gli obbiettivi del progetto.  Quindi è stato deciso di sospendere l’attività fino a quando non avremo trovato un metodo che risulti soddisfacente e al tempo stesso compatibile con le altre attività che l’Oasi svolge nello stesso periodo.