In convenzione con l?Ente Parco Regionale MSRM la LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) gestisce, sin dal 1985, la Riserva Naturale del Chiarone un area di 60 ha di palude, situata a ridosso delle colline di Massarosa, a cui si accede dal paese di Massaciuccoli, antico centro abitato di origine romana che d? il nome al lago.

L?Oasi ? visitabile a piedi percorrendo un sistema di camminamenti a palafitta che attraversano la palude e consentono di osservare gli ambienti pi? caratteristici del lago: le vaste estensioni di cannuccia di palude in associazione con il falasco e la tifa; i ?chiari?, specchi d?acqua poco profondi ideali per trampolieri e limicoli per trovare nutrimento; gli ?aggallati?, pezzi di palude galleggianti sia uniti alla terraferma che sotto forma di vere e proprie isole formati da torba che poggia sui rizomi intrecciati delle canne, dove si sono insediate vegetazioni relitte di climi diversi da quello attuale di notevole rilevanza scientifica.

Si possono osservare sia relitti glaciali come i popolamenti di?Sfagnum sp.pl., particolare tipo di muschio che forma dei soffici tappeti che ospitano l?insettivora Drosera rotundifolia ed altre rarissime entit?, e relitti di climi caldo?umidi come la grande felce Osmunda regalis.
Molto ricca e diversificata ? la fauna ornitologica che ? possibile osservare dagli osservatori nelle diverse stagioni. Il lago rappresenta per molte specie un ottimo sito per la riproduzione, lo svernamento o la sosta durante il viaggio migratorio e si presenta come un entusiasmante palestra di birdwatching con oltre 260 specie di uccelli segnalate.